Il Paradiso dei Lettori

da | Nov 29, 2022

Riprendono gli appuntamenti de “Il Paradiso dei Lettori”, laboratorio di lettura che coinvolge Docenti e Genitori della nostra comunità.

I lettori sono invitati a leggere il romanzo “La fuga di Anna”, di Mattia Corrente, e converseranno con l’Autore lunedì 5 Dicembre, alle ore 17.30, presso l’Auditorium della sede Beata Eustochia.

L’incontro sarà arricchito da letture e musiche e si concluderà con un momento conviviale.

 

Nasce il “Paradiso” dei Lettori

La nostra Scuola ha sentito il bisogno di creare un laboratorio di lettura coinvolgendo gli adulti della nostra comunità, docenti e genitori, che diventano i protagonisti di una serie di appuntamenti.

Per questo nasce “Il Paradiso dei Lettori”, che, avvalendosi della preziosa collaborazione di Daniela Bonanzinga, ha come finalità lo scambio tra autori e lettori.

I lettori sono invitati a leggere il romanzo, potranno così restituire agli Autori un libro arricchito delle loro personali riflessioni.

Musiche e letture accompagneranno gli incontri.

 

 

 

Locandina-evento-4-Maggio-202

Tea Ranno, con il suo libro L’amurusanza,

inaugura gli “Aperitivi Letterari” all’Istituto Comprensivo Paradiso.

4 maggio 2022

Costanzo, voleva cambiare il mondo a colpi di poesia. Agata ne raccoglie l’eredità e diviene elemento catalizzatore attorno al quale si raduna una banda scalcinata di personaggi alla ricerca di un riscatto personale, che diventa poi il riscatto di una comunità. L’amurusanza atteggiamento ispirato all’amore, alla gentilezza, al sorriso, si fa strada nelle vie delle coscienze e del paese siciliano, la cui piazza diviene palcoscenico della rinascita di ciascuno e di tutti, le cui strade si fondono con le strade dell’amore e del desiderio. E cambia il cuore.Sotto il sole siciliano implacabile d’agosto, graffiante di nostalgia a settembre, le vicende si svolgono e vengono catturate dalla signora armata di taccuino che ogni tanto veniva in paese a cercare storie.

Come Crepet parla di profumo del borotalco fra le parole delle fiabe, che vogliono essere riascoltate cento volte dai bambini alla ricerca dell’emozione provata, così dietro e dentro la ricetta del buon cibo siciliano si ritrova l’odore e la figura della madre, che con acqua e farina impastava mondi. Mondi che noi ci proponiamo di costruire con fiducia, speranza e determinazione.

I personaggi della storia sentono forte l’esigenza di seminare un futuro migliore e decidono di cominciare dai libri, queste cose spettacolari che lo spettacolo te l’accendevano nella mente senza che tu facessi un gesto.

Contenuti che si sposano e aderiscono quasi magicamente all’idea che ha dato vita al Paradiso dei Lettori, in partenariato con la Libreria Bonanzinga.

Un format pensato e fortemente voluto dalla Preside dell’Istituto Comprensivo Paradiso, la Professoressa Eleonora Corrado, un laboratorio di lettura che coinvolge il territorio, docenti e genitori, che diventano protagonisti di una serie di incontri con l’Autore per restituire un libro arricchito delle loro riflessioni personali. Una comunità che si propone di fare cultura e di dare l’esempio ai ragazzi, perché tutto in una scuola è pensato e si muove attorno al bambino che cresce e diventa uomo del domani. Bambino che è già un piccolo cittadino e se ama la scuola oggi amerà sicuramente lo Stato domani, come ha fortemente sottolineato durante la Conferenza del Servizio dei D.S. il Provveditore agli Studi di Messina, Professor Stellario Vadalà, del quale la Preside ha porto i saluti e i complimenti per l’originale iniziativa.

Un gruppo che si dà appuntamento per nutrire anima e pensieri, perché anche di questo tutti abbiamo bisogno. 

Accompagnata dalle musiche della Professoressa Daniela Dimoli e da brani di Bach magistralmente eseguiti da Francesca e Mariachiara Lombardo, grazie alla guida esperta di Daniela Bonanzinga, ha preso vita un’intensa conversazione tra gli intervenuti e l’autrice Tea Ranno, intervallata dalla lettura di brani a cura della docente Antonella Cesaro. Parole ed emozioni hanno riempito la sala della sede centrale Beata Eustochia, abbellita da un allestimento scenografico ispirato dal romanzo, che ha voluto così omaggiare l’autrice e la Sicilia stessa. 

L’incontro si è concluso con un momento conviviale, ulteriore analogia con il racconto… quando si aprì il ristorante e il giorno dell’inaugurazione la gente si affollò … e bevvero e risero e si sentirono bene, ma proprio bene. E ci fu chi raccontò e chi si mise a cantare… e tutti, ma proprio tutti, trovarono un motivo per essere felici.

                                                                                                                                                                                            Laura Catanese